PIANO D'IMPRESA GRUPPO FSI

Il giorno 7 maggio l'Amministratore Delegato del Gruppo FSI Ing. Gianfranco Battisti ha presentato alle Segreterie Nazionali il nuovo Piano Industriale del Gruppo FS.

L'A.D. in premessa ha evidenziato la volontà di voler concentrare il business di FS prettamente nel trasporto feroviario, rivedendo pertanto le strategie prefigurate nel precedente P.I. e intensificando il servizio di assistenza/servizi alla clientela.

 

Inoltre l'A.D. ha indicato che:

  • il GRuppo ha palesato un utile di 560 milioni di eruro nel 2018:
  • il Piano d'Impresa  ha una durata di 5 anni (2019-2023);
  • sono previste circa 15.000 assunzioni nell'arco del Piano;
  • il Gruppo è intenzionato a favorire assunzioni di diversamente abili, in attività compatibili;
  • per i dipendenti sono allo studio nuove forme di welfare aziendale, in ottica di servizi sanitari e benessere della persona;
  • all'interno del Gruppo FSI vengono costituite tre nuove società per attività dedicate alla tecnologia, mercato estero e security;
  • nell'arco del Piano si punta a intensificare l'integrazione - attraverso nuovi collegamenti - tra ferrovia, porti e aeroporti;
  • il Gruppo FS ha già congeniato un Piano Industriale per il rilancio di Alitalia, pur permanendo diverse difficoltà nella trattaiva di acquisizione  (anche per quote) della azienda.

​INFRASTRUTTURA (Ferro e Stada)

  • sono previste diverse azioni in RFI per aumentare la puntualità dei treni inficiata da problemi all'infrastruura e dall'effetto "collo di bottiglia" che si palesa all'ingresso dei grandi nodi urbani;
  • per consolidare l'affidabilità della rete ferroviaria sono previste risorse pari a 5,5 miliardi di euro;
  • è prevista l'installazione del sistema ERTMS (distanziamneto dei treni) anche su linee diverse da quelle dad alta velocità; 
  • nell'infrastruttura ferroviaria e stradale sono previsti investimenti per 58 miliardi di euro. Nel 2019 il valore delle commesse dei cantieri attivati è incrementato di circa 4 miliardi di euro;
  • per le grandi opere ferroviarie e stradali (ad esempio av Napoli-Bari) e potenziamento linee Sicilia) nel 2019 sono stati aggiudicati già 16 lotti, accelerando la tempistica di realizzazione prevista nel vecchio Piano d'Impresa;
  • Italferr continuerà a gareggiare sui mercati esteri per quanto attiene la progettazione delle infrastrutture; è prevista la creazione di una task-force dedicata al monitoraggio dei punti a rischioi geologico.

 

TRASPORTO VIAGGIATORI

  • ​vengono impiegati circa 800 persone nei servizi di assistenza diretta ai pendolari dei servizi regionali su ferro;
  • è allo studio la flessibilizzazione del costo del biglietto sui treni regionali, in funzione della domanda;
  • è allo studio una piattaforma per favorire il turismo nel Paese che stimoli le visite anche ai siti diversi dalle grandi Città d'arte italiana;
  • entro il 2023 verranno cosegnati 239 nuovi treni per servizi regionali;
  • vengono commissionati 1425 nuovi autobus, di cui 200 alimentati da energia elettrica e 300 a metano.

TRASPORTO MERCI

  • occorre semplificare la ramificazione societaria del Polo mercitalia attravesro l'accorpamento di alcune società;
  • il 2019 potrebbe essere l'anno del pareggio di bilancio del Polo;
  • a Milano viene concentrato il nuovo polo manutentivo di Mercitalia
Stampa Stampa | Mappa del sito
© OR.S.A. Umbria