Fondo Eurofer

LA GESTIONE

I contributi versati dall'iscritto sono investiti in strumenti finanziari (azioni, titoli di Stato e altri titoli obbligazionari, quote di fondi comuni di investimento), sulla base della politica di investimento definita per ciascun comparto del Fondo, e producono nel tempo un rendimento variabile in funzione degli andamenti dei mercati e delle scelte di gestione.

 

Le risorse del Fondo sono depositate presso una "banca depositaria", che svolgere il ruolo di custode del patrimonio e controlla la regolarità delle operazioni di gestione.

 

Il Fondo Pensione Eurofer acquista direttamente le quote dei fondi chiusi che ha selezionato sula base di una gara europea- per tutti gli altri prodotti finanziari Eurofer non effettua direttamente gli investimenti, ma affida la gestione del patrimonio a intermediari professionali specializzati (gestori), selezionati sulla base di una procedura competitiva svolta secondo regole dettate dalla COVIP. I gestori sono tenuti ad operare sulla base delle linee guida di investimenti fissati dall'organo di amministrazione del Fondo.

 

L'investimento dei contributi è soggetto a rischi finanziari. Il termine "rischio" esprime qui la variabilità del rendimento di un titolo in un determinato periodo di tempo.

 

Se u titolo presenta un livello di rischio basso (ad esempio, i titoli di Stato a breve termine), vuol dire che il suo rendimento tende ad essere nel tempo relativamente stabile; un titolo con un livello di rischio alto (ad esempio, le azioni) è invece soggetto nel tempo a variazioni nei rendimenti (in aumento o in diminuzione) anche significative. Ciò significa che il valore dell'investimento potrà salire o scendere e che pertanto, l'ammontare della pendone complementare no è predefinito.

 

Eurofer propone ai suoi iscritti una pluralità di opzioni di investimenti (comparti), ciascuna caratterizzata da una propria combinazione di rischio/rendimento.

 

Infine, gli investimenti da parte di Eurofer sono volti al rispetto dei principi etici. tale attività - coerentemente con i principi enunciati dalle Nazioni Unite al riguardo - sarà effettuata tramite un'azione no selettiva (ovvero scegliere a priore dove investire) ma correttiva (si vede dove i gestori investono e poi si prendono decisioni correttive) direttamente rivolta nei confronti delle Società per ottenere il rispetto dei principi etici.

 

 

I COMPARTI

Il Fondo Eurofer presenta tre comparti di investimento tra cui scegliere (Garantito, Bilanciato e Dinamico) diversificati in base al rischio/rendimento. In particolare, l'iscritto può destinare i sui contributi in un unico comparto oppure ripartirla in due comparti.

 

In quest'ultimo caso, il profilo di rischio/rendimento che otterrà dipenderà dal mix dei comparti in cui opterà di suddividere il proprio risparmio previdenziale. 

 

Il Fondo Eurofer consente di allocare tutta la posizione (quella maturata e i flussi futuri) secondo le seguenti opzioni:

  • 100% della posizione i un solo comparto;
  • 25% in un comparto e 75% in altro comparto;
  • 50% in un comparto e 50% in altro comparto.

 

 

 

Stampa Stampa | Mappa del sito
© OR.S.A. Umbria