PRESTAZIONI IN CAPITALE

La possibilità di optare per la prestazione pensionistica interamente in capitale cambia ogni anno al variare dell'importo dell'assegno sociale. Le vigenti disposizioni normative e statutarie prevedono infatti che, nel caso in cui la rendita derivante dalla conversione di almeno il 70% del montante finale sia inferiore al 50% dell'assegno sociale di cui all'articolo 3, comma 6 e 7, della legge 8 agosto 1995, n. 335, la stessa può essere erogata in capitale.

 

L'importo dell'assegno sociale per il 2021 è pari a € 5.693,64; in considerazione di ciò, al fine di facilitare gli iscritti, si riporta di seguito la tabella dei "valori soglia" di posizione previdenziale lorda, distinti per età e per sesso, che rappresentano i limiti oltre i quali non è possibile optare per la prestazione interamente in capitale.

 

Età Maschio Femmina
50 144.583,36  165.955,91
51 140.565,30 161.833,72
52 136.546,07 157,707,41
53 132.540,35 153.581,82
54 128.538,35 149.457,24
55 124,552,78 145.335,57
56 120.578,59 141.210,84
57 116.626,97 137.089,15
58 112696,86 132.969,19
59 108.789,89 128.852,23
60 104.904,73 124.734.53
61 101,033,70 120.622,83
62 97,185,61 116.518,87
63 93,362,21 112.424,14
64 89,568,48 108.337,65
65 85.808,36 104.262,40
66 82,083,94 100.202,29
67 78,398,09 96.155,79
68 74.753,45 92.126,58
69 71,156,72 88.117,03
70 67,609,92 84.126,14

 

E' sempre possibile optare per una prestazione in parte o interamente in forma di rendita, anche nel caso in cui si sia nelle condizioni di poter scegliere la prestazione interamente in forma capitale.

Stampa Stampa | Mappa del sito
© OR.S.A. Umbria