NOVITA' 2018

Dopo due anni le pensioni tornano a crescere. Difatti è pari a 1,1% la percentuale di riferimento che si applicherà in via provvisoria da Gennaio 2018, come conseguenza della variazione dell'inflazione stimata per il 2017.

E' quanto si desume dal decreto del Ministero dell'economia pubblicato in Gazzetta Ufficale il 20 dicembre 2017, che oltre a fissare il tasso di variazione provvisorio (pari a 1,1%) ha stabilito anche quello definitivo per il 2017 (pari a 0%).

La variazione degli assegni pensionistici è infatti il frutto di un doppio adeguamento: quello determinato dalla variazione percentuale definitiva relativa a due anni prima e quella provvisoria dell'anno precedente.

Per cui la variazione relativa al 2018 sarà pari alla somma del 1,1% stimato per il 2017 e lo 0% del 2016.

Va precisato, inoltre, che la percentuale di variazione dell'assegno pensionistico non sarà per tutti del 1,1% ma diminuirà in funzione dell'importo della pensione percepità.

PENSIONE MINIMA

L'assegno relativo alla pensione minima passa da 501,89 a 507,41 euro (+1,1%).

PENSIONI 2018

Assegno pensionistico

percepito nel 2017

Importo mensile

Lordo 2017

% Rivalutazione
Pensioni fino a  3 volte il minimo 1.522,23 1,100%
Pensioni da 3 a 4 volte il minimo 2.029,64 1,045%
Pensioni da 4 a 5 volte il minimo 2.537,05 0,825%
Pensioni da 5 a 6 volte il minimo 3.044,46 0,550%
Pensioni oltre 6 volte il minimo 3.044,46 0,485%

 

Stampa Stampa | Mappa del sito
© OR.S.A. Umbria